Pagine

martedì 20 febbraio 2018

La forma dell'acqua


#Movie

Film drammatico, USA 2017, di Guillermo Del Toro, con Sally  Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg, Octavia Spencer, Laureen Lee Smith, Nick Search- Nelle sale dal 14 Febbraio.


Una storia d'amore ambientata negli Stati Uniti durante i primi anni della guerra fredda. Elisa, giovane donna muta, lavora in un laboratorio scientifico di Baltimora dove gli americani combattono l guerra fredda.


Impiegata come donna delle pulizie, lisa è legata da profonda amicizia a Zelda, collega afroamericana che lotta per i suoi diritti sia dentro il matrimonio che nella società e Giles, vicino di casa omosessuale, discriminato sul lavoro. Diversi in un mondo di mostri dall'aspetto rassicurante, scoprono che in un laboratorio sopravvive in cattività una creatura anfibia di grande intelligenza e sensibilità. Luisa, condannata al silenzio e alla solitudine si innamora, ricambiata di quella misteriosa creatura capace di vivere sia in acqua che fuori- Il loro sentimento però dovrà presto fare i conti con il mondo crudele che li circonda.

sabato 10 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 5

#Music #News


Si è concluso il 68esimo Festival di Sanermo. Cosa dire riguardo a questa edizione? Personalmente l'ho apprezzata molto e l'ho seguita con continuità. Un'edizione curata nei minimi dettagli ma senza pedanteria, leggera e giocosa ma ricca di contenuti. Fra gli ospiti di stasera Laura Pausini e Nek che come gli altri nelle puntate precedenti hanno duettato con un Claudio Baglioni che si è messo in gioco a 360 gradi.Un festival più rilassato dei precedenti perchè l'unica classifica che si è vista è stata quella finale.


Cosa dire dei vincitori? Il primo posto di Ermal Meta e Fabrizio Moro è stato ampiamente meritato.


Per quanto riguarda il secondo posto non mi meraviglio affatto perchè a noi italiani piace tanto buttarla in caciara. Per carità canzone carina che ci tormenterà per chissà quanto tempo, band simpaticissima ma c'erano tante canzoni dai testi impegnati, interpretate in modo in eccepibile fra cui quelle di Luca Barbarossa e Max gazzè che avrebbero meritato il secondo posto de Lo stato sociale e il terzo di Annalisa che ha senz'altro una bella voce ma la sua canzone non era eccezzionale. In ogni caso cosa fatta capo ha, parleranno le vendite.


venerdì 9 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 4


#Music #News


Super puntatona per questo festival ormai in dirittura d'arrivo. La serata è cominciata con un'ironica interpretazione di Baglioni, Hunziker e Favino che in abiti rock, con tanto di chitarre che hanno cantato "Heidi".


In questa serata si sono esibiti sia i vip accompagnati da artisti scelti da loro che le 8 nuove  proposte fra le quali è stato decretato il vincitore, una giovane promessa che per ironia della sorte ha scelto come nome d'arte quello di Ultimo, sarà forse vero che gli ultimi saranno i primi come diceva un certo profeta.


Tanti ospiti fra i quali Piero Pelù, Federica Sciarelli e Gianna Nannini che oltre a cantare un suo brano si è esibita in duetto con Claudio Baglioni interpretando "Amore bello".
Comincio ad avere le idee più chiare riguardo alle canzoni in gara fra i vip, le mie preferenze vanno a Max Gazzè, Luca Barbarossa e in ogni caso #iostoconmetamoro. Se li vedessi tutti sul podio potrei ritenermi soddisfatta. Se ci fosse un premio simpatia lo darei senz'ombra di dubbio al gruppo Lo stato sociale che stasera si è esibito con Paolo Rossi e il Coro dell'Antoniano di Bologna. Complimenti per la fantasia. Domani l'ultima puntata di un Sanremo che ha già lasciato il segno.

giovedì 8 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 3


#Music #News



Premesso che nessuno mi ha pagata per parlar bene di Sanremo, uno dei lati positivi di questa edizione del festival è che non ci sono punti morti, a parte gli spazi pubblicità che mi sono serviti per... andare a lavarmi le mani. Ospiti e cantanti si sono alternati armonicamente, ogni ospitata un piccolo show, uno spettacolo nello spettacolo, neanche un attimo di noia.


Della direzione di Baglioni ho apprezzato l'esclusione dei ragazzi appena reduci dai talent non perchè abbia niente contro di loro ma perchè spesso vengono votati sull'onda dell'entusiasmo del momento prescindendo dalla canzone che interpretano. Mi è piaciuta moltissimo l'idea di aver eliminato la classifica sostituendola con le dantesche zone Paradiso, Purgatorio e Inferno.


Stasera si sono esibiti 4 cantanti della categoria giovani, mi è piaciuto il primo, Mudimbi, che ha presentato una canzone simpatica ed orecchiabile del genere che si trasforma in tormentone estivo.


Per quanto riguarda le canzoni dei vip, non vorrei essere ripetitiva ma il livello alto che le accomuna fa si che non emerga nessuna. Questa non vuol essere assolutamente una critica bensì il contrario perchè si percepisce nettamente che la selezione è stata fatta da una persona "del mestiere". Claudio Baglioni quale direttore artistico è stata una scelta davvero felice. Una sola domanda mi pongo, ma Mario Biondi che avrebbe potuto tranquillamente fare l'ospite d'onore e farsi pagare una barca di soldi perchè ha deciso di concorrere?

mercoledì 7 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 2


#News #Music



Dopo aver guardato la seconda puntata di Sanremo posso affermare senza ombra di dubbio che questa sia la più bella edizione del festival almeno fra quelle di cui posso avere memoria. Potrei definirlo un festival "caldo" nel senso che non è stato un semplice alternarsi di cantanti e di canzoni annunciati senza nessuna intonazione di voce come a volte è accaduto ma un vero momento artistico in cui tutti dai cantanti ai presentatori fino agli ospiti hanno partecipato con empatia dando il meglio di sè. Tutto questo è dovuto al carisma trascinante di un Claudio Baglioni che stasera è esploso non travolgendo ma portando con se gli altri in un meraviglioso cammino artistico. Bellissima puntata dove tutti hanno brillato.


martedì 6 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 1


#Music #News


E' appena volta al termine la prima puntata di un originale e "non ingessato" 68esimo Festival di Sanremo che vede come direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni, affiancato da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Savino.


Che questo festival fosse diverso dal solito si è capito già dalla sigla iniziale cantata a braccio da un susseguirsi di artisti più o meno noti.


La serata è stata aperta da un sempreverde Fiorello con uno show monologo che sarebbe stato meglio fosse un po' più breve ma del quale ho apprezzato molto la parte finale. A seguire l'entrata in scena di un elegantissimo e garbatissimo Claudio Baglioni con un secondo monologo, grazie a Dio più breve e in ogni caso molto misurato in termini, in tempi e in tutto. Il Claudio nazionale ha poi presentato una sempre bella, simpatica e disinvolta Michelle Hunziker il cui punto di forza è quello di non prendersi mai troppo sul serio. Lei ha presentato a sua vola il bravissimo Pierfrancesco Savino.

 
Insomma, tutti belli, bravi, simpatici ed eleganti ma le canzoni...? Le canzoni sinceramente quelle non me le ricordo ma, si sa, Sanremo è più che altro un fatto di costume. Costume sì, ma la tradizione  è stata interrotta da un Claudio Baglioni che ha eliminato, e a mio parere ha fatto bene, le classifiche per cui tutti, cantanti in primis sono stati molto più tranquilli e rilassati che nelle edizioni precedenti e quindi molto più se stessi. Il mio voto è un bell'8,  ho guardato l'intera, e non breve, puntata con piacere e quando ho detto che le canzoni non me le ricordo sono stata un po' cattivella, in reltà sono state un po' tutte di qualità per cui nessuna è emersa in quanto non ce n'erano di brutte. Saprò valutare meglio quando le avrò ascoltate nuovamente.




venerdì 2 febbraio 2018

The post


#Movie 

The post, film drammatico, thriller, americano, 2017, diretto da Steven Spielberg con Tom Hanks e Meryl Streep, nelle sale italiane dal 1 Febbraio.


Nel 1971, in una società in cui il potere è totalmente nelle mani degli uomini, Katharine Graham è la prima donna alla guida del Whashington Post. Ben Bradlee è il duro e testardo direttore del suo giornale


I due, insieme, vivranno un'avventura indimenticabile intraprendendo con coraggio e ostinazione un'indagine che provocherà la prima grande scossa nella storia dell'informazione con una fuga di notizie senza precedenti, svelando al mondo intero segreti governativi riguardanti la guerra in Vietnam. La scelta morale, l'etica professionale e il rischio di perdere tutto si alternano in un potente thriller che ha come tema centrale quello della lotta contro le istituzioni per garantire la libertà di informazione e di stampa. I protagonisti metteranno a rischio la loro carriera e la loro stessa libertà nell'intento di rendere noto al mondo ciò che ben quattro presidenti avevano nascosto e insabbiato per anni.