More Stories

sabato 2 giugno 2018

Respiri

by

Genere: thriller. Italia, 2018. Regia: opera prima di Alfredo Fiorillo. Cast: Alessio Boni, Pino Calabrese, Lidiya Lieberman, Eva Grimaldi, Eleonora Trevisani. Distribuito da Europictures. Nelle sale dal 7 Giugno. 1 candidatura ai Nastri D'Argento.


Francesco, un ingegnere quarantenne, dopo una misteriosa disgrazia, torna a vivere con sua figlia nell'antica villa di famiglia, una bellissima costruzione in stile liberty sul lago d'Iseo. Nella villa però, vi è una misteriosa presenza che si manifesta soltanto con dei respiri. Sarà un fantasma o qualcuno sta cercando di spaventare e allontanare Francesco? Fatto sta che altre presenze non meno inquietanti e altrettanto pericolose si muovono intorno alla villa. Cos'è accaduto all'uomo e alla sua famiglia, quali segreti nasconde? Chissà se Marta, amica d'infanzia, da sempre innamorata di lui sarà in grado di risvegliare Francesco dal torpore in cui è caduto a causa del dolore? Riusciranno tutti coloro che vivono nella villa o gravitano intorno ad essa a sfuggire all'incombente pericolo?


Respiri racconta quanto i ricordi possano far male e quanto sia facile soccombere sotto il loro peso mentre sia difficile sottrarsi ai sensi di colpa e alla paura. E' possibile per un uomo accettare il destino senza diventarne vittima?

sabato 19 maggio 2018

Herry e Meghan, un matrimonio tra tradizione e innovazione

by


Il matrimonio fra il secondogenito dei Carlo d'Inghilterra e Lady Diana Spencer con Meghan Markle, attrice afroamericana, divorziata e senza una goccia di sangue blu segna l'inizio di una nuova era per la monarchia inglese. Fino a non molti anni fa questo matrimonio sarebbe stato impensabile, oggi invece appare quasi naturale. Forse il passato ha insegnato qualcosa, fatto sta che Elisabetta II, dopo aver dovuto accettare a denti stretti l'unione fra Carlo e Camilla, non aver avuto niente da ridire sul matrimonio fra il futuro re di Inghilterra con una Kate Middleton che, se pur elegante nei modi e nel portamento, di nobile non ha neppure un lontano antenato, non si è opposta anzi sembra addirittura contenta della scelta di Herry. Non è certo un caso se Meghan, a dispetto delle tradizioni, sia stata invitata a trascorrere il Natale con la famiglia reale prima di esserne effettivamente entrata a far parte.


La cerimonia, pur rispettando per sommi capi le tradizioni, ha introdotto non poche novità fra le quali il coro gospel e un predicatore afroamericano che si è rivolto direttamente a sposi e invitati, per non parlare del fatto che Meghan, donna forte e volitiva, non potendo essere accompagnata all'altare da suo padre che per motivi di salute non ha potuto presenziare alla cerimonia, ha scelto di percorrere la navata da sola come chi va dritta per la sua strada senza bisogno dell'altrui sostegno, lasciandosi accompagnare da Carlo d'Inghilterra soltanto nel tratto finale. Singolare l'assenza di altri  parenti oltre sua madre. Lei, sguardo fiero e diretto, lui, commosso e tenero, mano nella mano per quasi tutta la cerimonia sono stati uno spettacolo gradito a molti. Ovviamente ci sarà sempre chi troverà qualcosa da ridire, personalmente penso che Meghan, con il suo carattere deciso che l'ha portata a combattere più di una  battaglia per i diritti civili, sarebbe piaciuta molto a Lady Diana altrettanto impegnata a suo tempo nel sociale. 


lunedì 26 marzo 2018

Una festa esagerata

by

#Movie

Film commedia diretto da Vincenzo Salemme, Italia 2018 nelle sale dal 22 Marzo.
Cast: Vincenzo Salemme, Massimiliano Gallo, Tosca D'Aquino, Iaia Forte, Nando Paone, Francesco Paolantoni, Giovanni Cacioppo, Andrea Di Maria, James Senese, Antonella Morea, Teresa Del Vecchio.


Il film è ambientato a Napoli dove a casa Parascandolo fervono i preparativi per i 18 anni di Mirea, figlia di Gennaro, geometra e piccolo imprenditore piuttosto ingenuo. Teresa, sua moglie è animata da un feroce desiderio di ascesa sociale e vede nella festa di sua figlia un'opportunità per emergere perciò ha deciso di non badare a spese e fare le cose in grande sperperando cifre folli per catering e arredi. Ha persino assunto un cameriere indiano e relegato in cucina la vecchia domestica ritenuta inadeguata per una festa così importante. Gennaro asseconda i capricci di moglie e figli pur di farle contente nonostante ritenga che stiano organizzando una festa esagerata. Arriva il grande giorno, tutto sembra perfetto, giungono i primi invitati quando improvvisamente come un fulmine a ciel sereno arriva la notizia che l'anziano signor Scamardella che vive insieme alla figlia zitella al piano di sotto ha deciso di morire proprio quel giorno. La cosa diventa imbarazzante. Come si fa a portare avanti una grande festa con un morto sotto casa? Riuscirà Teresa a gestire la situazione?







lunedì 5 marzo 2018

Notte da Oscar e da spogli elettorali

by

#News


La notte appena trascorsa ha visto come protagonisti due eventi molto importanti anche se in luoghi e in ambiti completamente diversi. Voi di che notte siete stati, oscar o elezioni? Personalmente ho seguito i risultati elettorali con molto interesse spiando ogni tanto La Notte degli Oscar.


Dato che questo non è un blog in cui si discute di politica spettegoleremo su un argomento un po' più futile come La Notte degli Oscar. Anche se ho seguito solo a tratti l'evento, non mi sono persa i momenti più importanti.


Ha trionfato Guillermo Del Toro con il suo film The Shape of Water che ha fatto incetta di premi portando a casa ben quattro statuette come Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Sceneggiatura e Miglior Colonna Sonora Originale. Del Toro ha dedicato la vittoria ai giovani registi affinchè, e queste sono parole sue "credano che con il fantasy si possa raccontare la realtà".




L'Italia, nonostante le quattro nomination del film Chiamami con il tuo nome di Luca Guadagnino, si aggiudica solo l'Oscar per La Miglior Sceneggiatura Non Originale. 





martedì 20 febbraio 2018

La forma dell'acqua

by

#Movie

Film drammatico, USA 2017, di Guillermo Del Toro, con Sally  Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg, Octavia Spencer, Laureen Lee Smith, Nick Search- Nelle sale dal 14 Febbraio.


Una storia d'amore ambientata negli Stati Uniti durante i primi anni della guerra fredda. Elisa, giovane donna muta, lavora in un laboratorio scientifico di Baltimora dove gli americani combattono l guerra fredda.


Impiegata come donna delle pulizie, lisa è legata da profonda amicizia a Zelda, collega afroamericana che lotta per i suoi diritti sia dentro il matrimonio che nella società e Giles, vicino di casa omosessuale, discriminato sul lavoro. Diversi in un mondo di mostri dall'aspetto rassicurante, scoprono che in un laboratorio sopravvive in cattività una creatura anfibia di grande intelligenza e sensibilità. Luisa, condannata al silenzio e alla solitudine si innamora, ricambiata di quella misteriosa creatura capace di vivere sia in acqua che fuori- Il loro sentimento però dovrà presto fare i conti con il mondo crudele che li circonda.

sabato 10 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 5

by
#Music #News


Si è concluso il 68esimo Festival di Sanermo. Cosa dire riguardo a questa edizione? Personalmente l'ho apprezzata molto e l'ho seguita con continuità. Un'edizione curata nei minimi dettagli ma senza pedanteria, leggera e giocosa ma ricca di contenuti. Fra gli ospiti di stasera Laura Pausini e Nek che come gli altri nelle puntate precedenti hanno duettato con un Claudio Baglioni che si è messo in gioco a 360 gradi.Un festival più rilassato dei precedenti perchè l'unica classifica che si è vista è stata quella finale.


Cosa dire dei vincitori? Il primo posto di Ermal Meta e Fabrizio Moro è stato ampiamente meritato.


Per quanto riguarda il secondo posto non mi meraviglio affatto perchè a noi italiani piace tanto buttarla in caciara. Per carità canzone carina che ci tormenterà per chissà quanto tempo, band simpaticissima ma c'erano tante canzoni dai testi impegnati, interpretate in modo in eccepibile fra cui quelle di Luca Barbarossa e Max gazzè che avrebbero meritato il secondo posto de Lo stato sociale e il terzo di Annalisa che ha senz'altro una bella voce ma la sua canzone non era eccezzionale. In ogni caso cosa fatta capo ha, parleranno le vendite.


venerdì 9 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 4

by

#Music #News


Super puntatona per questo festival ormai in dirittura d'arrivo. La serata è cominciata con un'ironica interpretazione di Baglioni, Hunziker e Favino che in abiti rock, con tanto di chitarre che hanno cantato "Heidi".


In questa serata si sono esibiti sia i vip accompagnati da artisti scelti da loro che le 8 nuove  proposte fra le quali è stato decretato il vincitore, una giovane promessa che per ironia della sorte ha scelto come nome d'arte quello di Ultimo, sarà forse vero che gli ultimi saranno i primi come diceva un certo profeta.


Tanti ospiti fra i quali Piero Pelù, Federica Sciarelli e Gianna Nannini che oltre a cantare un suo brano si è esibita in duetto con Claudio Baglioni interpretando "Amore bello".
Comincio ad avere le idee più chiare riguardo alle canzoni in gara fra i vip, le mie preferenze vanno a Max Gazzè, Luca Barbarossa e in ogni caso #iostoconmetamoro. Se li vedessi tutti sul podio potrei ritenermi soddisfatta. Se ci fosse un premio simpatia lo darei senz'ombra di dubbio al gruppo Lo stato sociale che stasera si è esibito con Paolo Rossi e il Coro dell'Antoniano di Bologna. Complimenti per la fantasia. Domani l'ultima puntata di un Sanremo che ha già lasciato il segno.

giovedì 8 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 3

by

#Music #News



Premesso che nessuno mi ha pagata per parlar bene di Sanremo, uno dei lati positivi di questa edizione del festival è che non ci sono punti morti, a parte gli spazi pubblicità che mi sono serviti per... andare a lavarmi le mani. Ospiti e cantanti si sono alternati armonicamente, ogni ospitata un piccolo show, uno spettacolo nello spettacolo, neanche un attimo di noia.


Della direzione di Baglioni ho apprezzato l'esclusione dei ragazzi appena reduci dai talent non perchè abbia niente contro di loro ma perchè spesso vengono votati sull'onda dell'entusiasmo del momento prescindendo dalla canzone che interpretano. Mi è piaciuta moltissimo l'idea di aver eliminato la classifica sostituendola con le dantesche zone Paradiso, Purgatorio e Inferno.


Stasera si sono esibiti 4 cantanti della categoria giovani, mi è piaciuto il primo, Mudimbi, che ha presentato una canzone simpatica ed orecchiabile del genere che si trasforma in tormentone estivo.


Per quanto riguarda le canzoni dei vip, non vorrei essere ripetitiva ma il livello alto che le accomuna fa si che non emerga nessuna. Questa non vuol essere assolutamente una critica bensì il contrario perchè si percepisce nettamente che la selezione è stata fatta da una persona "del mestiere". Claudio Baglioni quale direttore artistico è stata una scelta davvero felice. Una sola domanda mi pongo, ma Mario Biondi che avrebbe potuto tranquillamente fare l'ospite d'onore e farsi pagare una barca di soldi perchè ha deciso di concorrere?

mercoledì 7 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 2

by

#News #Music



Dopo aver guardato la seconda puntata di Sanremo posso affermare senza ombra di dubbio che questa sia la più bella edizione del festival almeno fra quelle di cui posso avere memoria. Potrei definirlo un festival "caldo" nel senso che non è stato un semplice alternarsi di cantanti e di canzoni annunciati senza nessuna intonazione di voce come a volte è accaduto ma un vero momento artistico in cui tutti dai cantanti ai presentatori fino agli ospiti hanno partecipato con empatia dando il meglio di sè. Tutto questo è dovuto al carisma trascinante di un Claudio Baglioni che stasera è esploso non travolgendo ma portando con se gli altri in un meraviglioso cammino artistico. Bellissima puntata dove tutti hanno brillato.


martedì 6 febbraio 2018

Sanremo 2018 - puntata 1

by

#Music #News


E' appena volta al termine la prima puntata di un originale e "non ingessato" 68esimo Festival di Sanremo che vede come direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni, affiancato da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Savino.


Che questo festival fosse diverso dal solito si è capito già dalla sigla iniziale cantata a braccio da un susseguirsi di artisti più o meno noti.


La serata è stata aperta da un sempreverde Fiorello con uno show monologo che sarebbe stato meglio fosse un po' più breve ma del quale ho apprezzato molto la parte finale. A seguire l'entrata in scena di un elegantissimo e garbatissimo Claudio Baglioni con un secondo monologo, grazie a Dio più breve e in ogni caso molto misurato in termini, in tempi e in tutto. Il Claudio nazionale ha poi presentato una sempre bella, simpatica e disinvolta Michelle Hunziker il cui punto di forza è quello di non prendersi mai troppo sul serio. Lei ha presentato a sua vola il bravissimo Pierfrancesco Savino.

 
Insomma, tutti belli, bravi, simpatici ed eleganti ma le canzoni...? Le canzoni sinceramente quelle non me le ricordo ma, si sa, Sanremo è più che altro un fatto di costume. Costume sì, ma la tradizione  è stata interrotta da un Claudio Baglioni che ha eliminato, e a mio parere ha fatto bene, le classifiche per cui tutti, cantanti in primis sono stati molto più tranquilli e rilassati che nelle edizioni precedenti e quindi molto più se stessi. Il mio voto è un bell'8,  ho guardato l'intera, e non breve, puntata con piacere e quando ho detto che le canzoni non me le ricordo sono stata un po' cattivella, in reltà sono state un po' tutte di qualità per cui nessuna è emersa in quanto non ce n'erano di brutte. Saprò valutare meglio quando le avrò ascoltate nuovamente.




venerdì 2 febbraio 2018

The post

by

#Movie 

The post, film drammatico, thriller, americano, 2017, diretto da Steven Spielberg con Tom Hanks e Meryl Streep, nelle sale italiane dal 1 Febbraio.


Nel 1971, in una società in cui il potere è totalmente nelle mani degli uomini, Katharine Graham è la prima donna alla guida del Whashington Post. Ben Bradlee è il duro e testardo direttore del suo giornale


I due, insieme, vivranno un'avventura indimenticabile intraprendendo con coraggio e ostinazione un'indagine che provocherà la prima grande scossa nella storia dell'informazione con una fuga di notizie senza precedenti, svelando al mondo intero segreti governativi riguardanti la guerra in Vietnam. La scelta morale, l'etica professionale e il rischio di perdere tutto si alternano in un potente thriller che ha come tema centrale quello della lotta contro le istituzioni per garantire la libertà di informazione e di stampa. I protagonisti metteranno a rischio la loro carriera e la loro stessa libertà nell'intento di rendere noto al mondo ciò che ben quattro presidenti avevano nascosto e insabbiato per anni.


giovedì 25 gennaio 2018

Made in Italy

by

#Movie

Made in Italy, commedia italiana, 2018, scritto e diretto da Luciano Ligabue, nelle sale dal 25 Gennaio. 
Cast: Stefano Accorsi, Kasia Smutniak, Fausto Maria Sciarappa, Walter Leonardi, Filippo Dini, Tobia De Angelis.


Riko è un uomo onesto che vive con un lavoro che non è quello che avrebbe desiderato fare nella casa di famiglia che a stento riesce a mantenere ma nella sua vita può contare su un gruppo di amici sincero e su una moglie che lo ama da sempre. Suo figlio è il primo della famiglia a frequentare l'università


Nonostante gli affetti Riko è un uomo arrabbiato con la vita perchè non si sente realizzato dal punto di vista professionale ed economico. Purtroppo anche le poche certezze che ha crollano e Riko è costretto a prendere in mano la sua vita e a ripartire da zero.



Finalmente sposi

by

#Movie

Film commedia italiano, 2018, diretto da Lello Arena, con Monica Lima ed Enzo Lupariello, Nelle sale dal 25 Gennaio.


Enzo e Monica, dopo aver vissuto un fugace momento di popolarità dovuto alla partecipazione ad un reality show, decidono di sposarsi. A dir la verità la decisione è tutta di Monica perchè Enzo non pensa ad altro che alla sua "carriera" da allenatore giovanile.



Monica è una ragazza come tante, di quelle che sognano da sempre un matrimonio perfetto. Ma un matrimonio per essere perfetto è anche piuttosto costoso. la ragazza decide tutto da sola, abito, ristorante, bomboniere, viaggio di nozze, persino l'arredamento della casa. Enzo valuta i costi e si rende conto che ci vorranno ben cinque anni per pagare il finanziamento che dovranno chiedere per far fronte a tutte le spese. Manco a farlo apposta, i due ricevono, come un fulmine a ciel sereno, la notizia che il centro commerciale dove entrambi lavorano chiuderà a breve. Monica, testarda come un mulo, decide di far finta di niente, non vuole cambiare nulla di quanto da lei deciso per non rovinare il tanto agognato matrimonio. Purtroppo però almeno al viaggio di nozze sono costretti a rinunciare per cui, a fine festeggiamenti, invece di partire per Miami come previsto, prendono un pulman per Wolfsburg dove vive Ciro, cugino di Enzo, che li aiuterà a cercare lavoro.